Messico e Guatemala

Nuvole Maya

————————
febbraio e novembre 2021

Durata: 14 giorni, 13 notti

Partenza da: Torino / Milano /Roma

Itinerario: Città del Messico, Teotihuacan, Chiapas (San Cristobal, San Juan Chamula, Zinacantan), La Mesilla, Lago Atitlan, Chichicastenango, Antigua,Città del Guatemala, Tikal, Usumacinta, Yachilan, Yucatan (Palenque, Campeche, Uxmal, Merida, Chichen Itza, Riviera Maya, Cancun)

Quota base individuale: in fase di definizione

Persone per gruppo: minimo 15, massimo 25

Rari i viaggi in grado di unire archeologia e tradizione, atmosfere e popoli, spettacolari paesaggi e paesini così ricchi di storia e passato coloniale. Questo viaggio intende essere un assaggio di tutto questo. Vogliamo dare al visitatore non solo mere narrazioni di popoli estinti e passati, ma anche uno scorcio vivido e appassionato di popolazioni dall’animo semplice e dalle tradizioni radicate profondamente in una cultura accattivante e ricca come quella centro americana.
Il viaggio prende spunto da Città del Messico con lo splendido Museo di Antropologia e il vicino sito Azteco di Teotihuacan per poi scendere nel cuore del paese, il Chiapas, e visitare le bellissime cittadine coloniali di San Cristobal de Las Casas, San Juan Chamula e Zinacantan. Si entrerà via terra in Guatemala. Vedremo Antigua Guatemala, il coloratissimo mercato di Chichicastenango e lo stupefacente sito Maya di Tikal. Via terra, o meglio, via fiume, attraversando l’Usumachinta che segna il confine fra i due paesi, rientriamo in Messico per visitare il poco conosciuto sito di Yaxchilan, immerso nel silenzio della foresta e proseguire quindi lungo la penisola dello Yucatan, con i famosi siti Maya di Chichen Itza, Palenque e Uxmal. Un tocco di mar Caraibico sulla Riviera Maya segnerà la fine del nostro viaggio.

I vostri hotel in Messico:

– Città del Messico: HOTEL ZOCALO CENTRAL http://www.centralhoteles.com/default-en.html  

– San Cristobal: HOTEL VILLA MERCEDES SAN CRISTOBAL http://hotelesvillamercedes.com/

– Palenque: VILLA MERCEDES PALENQUE
http://www.hotelesvillamercedes.com/hoteles-en-chiapas/villa-mercedes-palenque/contacto-ubicacion

– Campeche: PLAZA CAMPECHE http://www.hotelplazacampeche.com/

– Merida: CASA DEL BALAM http://www.casadelbalam.com/

– Riviera Maya: BARCELO MAYA BEACH
https://www.barcelo.com/barcelohotels/en_us/hotels/mexico/riviera-maya/hotel-barcelo-maya-beach/general-description.aspx

I vostri hotel in Guatemala:

– Santiago de Atitlan: HOTEL PUERTA DEL LAGO
http://www.portahotels.com/porta-del-lagolake-atitlan-panajachel-,ourhotels_viewItem_11-en.html

– Chichicastenango: MAYA INN http://www.mayaninn.com.gt/

– Antigua: EL CONVENTO http://www.elconventoantigua.com/default-en.html

– Flores: BOLONTIKU http://www.bolontikuhotel.com/

Programma completo

Questa pagina non è stampabile. Per avere una copia del programma via e-mail
compila il form di richiesta informazioni oppure contattaci ai nostri recapiti.

Giorno 1

Torino (Milano o Roma) / Città del Messico

Partenza dall’Italia con scalo Europeo. Atterriamo  a Città del Messico il cui aeroporto è considerato il più grande del mondo. Incontro con la guida e trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

Giorno 2

Città del Messico / Teotihuacan (50 km) / Città del Messico (50 km)

Prima colazione in hotel. Partenza in bus in direzione Teotihuacan. Questo sito sorge su un grande altopiano non molto distante da Città del Messico a un’altitudine di circa 2.300 metri. Qui i suoi costruttori avevano solo l’imbarazzo della scelta nel decidere dove collocare gli edifici visto che il pianoro è un vasto tavolato. La città copre una superficie di circa 23 chilometri quadrati. È stata edificata in una posizione strategica, nel punto di incontro di importanti strade e nel luogo in cui la Valle del Messico si collega al Golfo del Messico. Il visitatore resta subito impressionato dalla mole del più imponente dei monumenti: la Piramide del Sole.  Edificata nei primi secoli della nostra era è una costruzione a quattro piani, alta circa 73 metri, e i cui lati misurano 225 metri. Sorge spontaneo il paragone con la Grande Piramide di Cheope in Egitto che è alta almeno il doppio, ma è un paragone che non può comunque sminuire l’importanza del monumento messicano che deve avere richiesto sforzi sovrumani ai suoi costruttori. Poco distante sorge un’altra piramide, la Piramide della Luna.
Costruita intorno al II secolo d.C. è più piccola della precedente (i suoi lati misurano 145 metri e la sua altezza è di 42 metri) per  quanto altrettanto ben conservata e ugualmente imponente. Dalla Piramide della Luna si sviluppa il lunghissimo Viale dei Morti (circa 3 chilometri). In realtà si tratta di una serie di cortili e spiazzi aperti ognuno dei quali è largo un centinaio di metri. Pranzo a buffet in ristorante adiacente al sito.
Nel pomeriggio partenza per il rientro a Città del Messico e sosta lungo il percorso alla Basilica di Notre-Dame di Guadalupe, patrona del Messico. Si tratta del più famoso e grande Santuario di tutta l’America Latina. Proseguiamo poi con la visita panoramica della capitale, dedicando una particolare attenzione alla Zocalo, alle Rovine ed al Museo del Templo Mayor. Lo Zocalo, in spagnolo termine usato per indicare “basamento”, è il cuore della città. Oggi è il sito del raduno degli abitanti della città, ma anche di gruppi di danzatori conosciuti come canchero che si esibiscono in una specie di danza aerobica preispanica al ritmo incalzante dei tamburi. Qui si trova anche il Palacio Nacional, sede degli edifici del Presidente, custode di alcuni bellissimi murales di Diego Rivera. Infine la visita toccherà il cuore religioso della metropoli, la Cattedrale Metropolitana. L’edificio fu eretto sopra le rovine dei templi aztechi e giornalmente sprofonda in maniera impercettibile nel terreno. Al termine delle visite rientro in hotel, cena e pernottamento.

Giorno 3

Città del Messico / Tuxtla Gutierrez (volo) / San Cristobal (60 km)

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata al favoloso Museo Nazionale di Antropologia e Storia. Il Museo Nazionale di Antropologia è il museo più importante del Messico, consta di 44.000 metri quadri coperti, distribuiti in più di 20 sale, e 35.700 metri quadri di aree esterne, incluso il cortile centrale, la piazza d’accesso e alcune parti unite intorno al museo. In tutti questi spazi si trova la maggiore collezione del mondo di arte precolombiana delle culture Maya, Azteca, Olmeca, Teotihuacana, Tolteca, Zapoteca e Mixteca, tra gli altri popoli che occupavano il vastissimo territorio del Messico; al piano superiore si piò ammirare una vasta esposizione di reperti dei popoli indigeni attuali.  
Pranzo in ristorante e a seguire trasferimento in aeroporto in tempo utile per le operazioni di imbarco sul volo di linea diretto a Tuxla Gutierrez. Da qui trasferimento a San Cristobal de las Casas, capitale del Chiapas. La cittadina si caratterizza per la radicata e forte presenza di popolazioni indigene e le sue dimensioni sono tali da poterla visitare in una giornata. Il fascino indiscusso delle strade lastricate, delle eleganti ville spagnole e delle sue chiese trattiene i visitatori  spesso più a lungo offrendo scenari indimenticabili. Sistemazione in hotel nelle camere riservate, cena e pernottamento.

Giorno 4

San Cristobal / San Juan Chamula / Zinacantan / San Cristobal

Prima colazione in hotel. In mattinata visita di San Cristobal con il mercato locale, uno dei più tipici della regione, dove giornalmente centinaia di indigeni si ritrovano per vendere i loro prodotti e i loro manufatti dando luogo a una gioiosa kermesse colorata. Proseguimento per la Chiesa di Santo Domingo in stile barocco, fondata nel 1547.
Pranzo in ristorante. Successivamente partenza per visitare, nelle vicinanze, le comunità indigene di San Juan Chamula e Zinacantan. Le chiese di San Juan sono la pura espressione del sincretismo religioso tra la religione Maya e il cattolicesimo che venne introdotto 500 anni fa. I Santi hanno rimpiazzato le antiche divinità, ma il fervore religioso animista è tuttora presente. Sarete avvolti dall’atmosfera unica e quasi surreale che regna in questi luoghi. Visita alla Chiesa ricca di statue in legno e decorata dagli indigeni stessi dove al suo interno continuano a svolgersi riti arcaici. La presenza dei preti ufficiali è occasionale e a malapena tollerata, mentre la chiesa locale è autonomamente gestita, in una sorta di collettivo, dalla popolazione indigena. Soprattutto qui è severamente proibito fotografare direttamente le persone (tra le quali resiste l’antica credenza di poter perdere in questo modo l’anima, intrappolata dentro la foto).  L’ambiente dentro la chiesa è quanto di più incredibile si possa immaginare: sul pavimento, completamente ricoperto di aghi di pino (messi a purificare prima di essere utilizzati sulla piazza principale durante la festività del carnevale), interi gruppi di familiari pregano inginocchiati accendendo piccole candele colorate. L’aria è satura di fumo.
Rientro in serata a San Cristobal per la cena  e pernottamento.

Giorno 5

San Cristobal / La Mesilla (175 km) / Lago Atitlan (270 km)

Prima colazione in hotel. In mattinata partenza per La Mesilla, alla frontiera con il Guatemala. Arrivo in circa due ore e mezza di tragitto. Dopo le operazioni doganali, si cambierà mezzo di trasporto e si proseguirà con autobus guatemalteco per Panajachel, comunità principale sulle rive del lago Atitlan, dove si arriverà dopo circa quattro ore di tragitto.
Pranzo in ristorante in corso di trasferimento.
Sistemazione prevista a Santiago de Atitlan. Cena e pernottamento in hotel.

Giorno 6

Lago Atitlan / Chichicastenango (75 km)

Prima colazione in hotel. In mattinata giro in barca sul lago Atitlan, dominato da tre vulcani e sulle cui rive sorgono una dozzina di paesini abitati da diverse comunità indigene. Il lago è un’immensa conca tra i vulcani. I maya veneravano le sue acque e tuttora lo considerano luogo sacro. Teatro di guerriglia per molti anni, lungo il suo perimetro sono sorti paesi dalle comunità disparate. Insediamenti hippy, centri di meditazione, roccaforti maya, comunità spirituali convivono confrontandosi da una riva all’altra, rispecchiandosi nelle placide acque del lago. 
Visita di Santiago de Atitlan e pranzo.
Partenza per Chichicastenango, ubicato a circa un’ora di strada. Arrivo e visita della Chiesa di Santo Tomas, situata nella piazza principale e del mercato indigeno più conosciuto del Guatemala, dove si mescolano usi e costumi maya e iberici. Un vero spettacolo multicolor.
Sistemazione in hotel nelle camere riservate, cena e pernottamento.

Giorno 7

Chichicastenango / Antigua (100 km)

Prima colazione in hotel. Il giovedì e la domenica, giorni di mercato, tutto il paese si trasforma in un gran bazar di artigianato dove è possibile trovare tessuti, oggetti in legno e ceramiche. Mattina a disposizione per la visita del mercato. A seguire partenza per la città di Antigua Guatemala, ubicata a circa due ore e mezzo di strada. Nel pomeriggio visita della città che fu capitale del Guatemala durante l’epoca coloniale: si potranno ammirare la Plaza de Armas, la Cattedrale che risale al XVI secolo, il Museo dell’Università di San Carlos, il Convento dei Cappuccini, la Chiesa de la Merced e di Santa Clara. Pranzo in ristorante in corso d’escursione.
Nel pomeriggio sistemazione in hotel nelle camere riservate, cena e pernottamento.

Giorno 8

Antigua / Guatemala (35 km) / Flores (volo) / Tikal (65 km) / Flores

Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto a Guatemala City per le operazioni di imbarco sul volo diretto a Flores. Da qui trasferimento in bus a Tikal e visita di questo splendido sito archeologico. Si tratta infatti della più estesa e antica delle città Maya e si trova nell’elenco dei Patrimoni dell’UNESCO. La cronologia di Tikal fino al III secolo è conosciuta solo parzialmente. Il fondatore della dinastia dovrebbe essere vissuto attorno al 90 a.C.. Il primo sovrano di cui abbiano un quantità interessante di dati storici è Chak Tok Ich’aak I. Vari frammenti di monumenti e ceramiche recano il suo nome. Dai pochi dati estraibili da questi testi sappiamo che la città godeva di grande ricchezza e, per un certo periodo, fu la maggiore potenza economica e politica dell’area. Visita di questa impressionante zona archeologica immersa nella foresta che fu inspiegabilmente abbandonata dai Maya nel X secolo. Tra i suoi edifici, spiccano la Piramide del Gran Giaguaro e delle Maschere, il Palazzo dei Nobili e la Piramide IV, la più alta dell’epoca Maya, dalla cui cima domina tutta Tikal. Pranzo in corso di visita.
Nel pomeriggio rientro a Flores e sistemazione in hotel nella camere riservate. Cena.

Giorno 9

Flores / Betel (135 km) / Yaxchilan / Palenque (170 km)

Prima colazione in hotel. Di prima mattina partenza in bus per Betel, alla frontiera tra Guatemala e Messico, dove si arriverà dopo circa tre ore e mezza di tragitto, attraversando il bellissimo  paesaggio della  foresta del Peten.  All’arrivo ci si imbarcherà su delle lance per navigare sul fiume Usumacinta per circa mezz’ora, fino al paesino di Corozal (frontiera messicana) per il controllo doganale e l’ingresso in Messico. Proseguimento quindi, sempre in lancia, per un’altra ora di tragitto fino a raggiungere l’antica città’ Maya di Yaxchilan, luogo dove il silenzio è rotto solo dall’ululato delle scimmie e dal volo degli uccelli. Il manto selvatico copre gli edifici in modo affascinante ma nasconde alla vista buona parte dello splendore dell’antica cultura Maya. Al termine di questa meravigliosa visita,  rientro  in motolancia  a Corozal. 
Pranzo all’Escudo Jaguar Centro Eco Turistico, situato sulla riva del fiume Usumacinta. Quindi proseguimento per Palenque. Il tragitto sarà di circa due ore e mezza e si snoderà tra la vegetazione selvaggia della regione del Chiapas. 
Sistemazione in hotel nelle camere riservate, cena e pernottamento

Giorno 10

Palenque / Campeche (300 km)

Prima colazione in hotel. Visita del centro archeologico di Palenque. Ai margini della giungla tropicale sorge uno dei più bei centri rituali maya in funzione dal III al VII secolo d.C. Famoso il Tempio delle Iscrizioni all’interno del quale é stata scoperta la tomba del gran signore “Pakal” adornato con una preziosa maschera di giada, autentico capolavoro di arte maya. Quello che oggi vediamo di Palenque non è che una minima parte di una città che si estendeva per ben 15 chilometri quadrati. Gli edifici più importanti, come il Gruppo della Croce, il Tempio delle Iscrizioni e il Palazzo, sono tutti databili a un periodo che va dall’inizio del VII alla metà dell’VIII secolo quando Palenque e i suoi sovrani dominavano un vasto territorio. Palenque presenta uno stile architettonico di particolare bellezza: doveva apparire grandiosa al tempo del suo massimo splendore, con le piramidi dipinte di rosso avvolte dal verde cupo della vegetazione. L’utilizzo dello stucco, che ricopre interamente gli edifici, ha permesso agli artisti locali di creare decorazioni di elevato livello estetico. Palenque è la vera “capitale” dello stucco, la città in cui questo materiale si è meglio conservato grazie all’umidità della foresta tropicale e che presenta più di ogni altra il gusto decorativo che dominava l’architettura maya. Pranzo in ristorante
Al termine proseguimento per Campeche, capitale dell’omonimo Stato della Confederazione Messicana. Prima della sistemazione in hotel effettueremo una breve visita della Città Antica racchiusa e fortificata con torri e muraglie innalzate per difendere la Colonia dalle incursioni dei pirati. All’interno delle vecchie mura, la città conserva anche al giorno d’oggi un tipico sapore coloniale con bellissime case patrizie. 
Sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

Giorno 11

Campeche/ Uxmal (165 km) / Merida (85 km)

Prima colazione in hotel. Partenza per Merida e sosta lungo il trasferimento per la visita alla zona archeologica di Uxmal dove si ammirano i resti della città Maya fiorita tra il III ed il X secolo. Particolarmente importanti sono la Piramide dell’Indovino e il Palazzo del Governatore. Pranzo all’hotel The Lodge.
Nel pomeriggio si parte per Merida, conosciuta come “La Città Bianca” dove le sue residenze dell’epoca coloniale di stile francese, italiano e arabo testimoniano la ricchezza passata data dal commercio delle fibre di agave. Sosta nella Piazza Principale, dove si potranno ammirare i principali monumenti della città: la Cattedrale, il Palazzo del Governo, il Palazzo Municipale e la Casa di Montejo. Sistemazione in hotel nelle camere riservate, cena e pernottamento.

Giorno 12

Merida / Chichen Itza (120 km) / Riviera Maya (200 km)

Prima colazione in hotel. Partenza per Chichen Itza. Visita di questa antica città che si estende su più di 300 ettari e pare sia stata fondata nel 540 d.C. da alcune tribù Maya arrivate dal Sud. Si potranno ammirare la Piramide di Kukulcan, il Tempio dei Guerrieri, la Tomba di Chac Mol, il famoso “Cenote Sacro”, luogo di sacrifici, ed il campo da gioco dove si giocava la pelota. Attualmente la zona archeologica di Chichen Itza comprende circa trenta costruzioni visibili, sulle oltre cento che si sospetta siano ancora immerse nella boscaglia.  Il primo complesso che si offre alla vista appena varcato l’ingresso è il Juego de la Pelota, nel nucleo tolteco a ovest della spianata del Castillo. L’area da gioco è costituita da un rettangolo delimitato da due muri alti e paralleli al cui centro sono inseriti due anelli di pietra in cui i giocatori-officianti dovevano lanciare la palla servendosi solo di fianchi, gomiti e ginocchia. L’ampia superficie muraria è adornata di bassorilievi rappresentanti scene di gioco e di sacrificio, mentre le estremità del campo sono costituite da due tribune. Quella a nord è particolarmente interessante, in quanto presenta dei bassorilievi raffiguranti lo “spirito della terra” nell’atto di generare alberi, animali e fiori. 
Pranzo in ristorante.
Proseguimento verso la Riviera Maya. Arrivo previsto in serata.  Sistemazione in hotel nelle camere riservate, cena e pernottamento.

Giorno 13

Riviera Maya / Cancun (80 km) / Torino (Milano o Roma)

Prima colazione in albergo. Giornata di intero relax per godere della spiaggia, dei parchi acquatici o di altri siti archeologici situati nei dintorni della struttura. L’accompagnatore sarà comunque a disposizione del gruppo per organizzare escursioni e/o visite. Pasti liberi.
In tempo utile trasferimento in aeroporto a Cancun per le operazioni di imbarco sul volo di rientro con scalo europeo.
Arrivo in Italia previsto per il giorno seguente.

Tulum riviera Maya

Richiedi la disponibilità

Accettazione "Condizioni generali di vendita" (Cliccare per visualizzare)

Letta l’informativa resa ex art. 13 del Regolamento Europeo 679/2016 per il trattamento dei miei dati personali su inseriti per ottenere informazioni sulla disponibilità

I dati personali inseriti nel form sovrastante per ottenere l’iscrizione alla newsletter da Lei richiesta saranno trattati sulla base dell’informativa resa ex art. 13 del Regolamento Europeo 679/2016.

error: Questo contenuto è protetto